Secondo la risposta a interpello Agenzia delle Entrate del 20 novembre 2018, n. 72, è possibile passaggio dal regime di vantaggio al regime forfettario, previa distinzione del periodo in cui questo si verifica.

Per i soggetti che hanno aderito a regime di vantaggio per le nuove attività avviate entro il 31/12/2014, è sempre ammesso il passaggio al regime forfettario, anche nel caso in cui ci si sia avvalsi della possibilità prevista all’articolo 1 co. 88 della L. 190/2014 di continuare ad applicare il regime di vantaggio fino alla naturale scadenza (compimento del quinquennio dall’inizio dell’attività, ovvero del trentacinquesimo anno di età).

Fino a tale data, infatti, il regime di vantaggio rappresentava il regime naturale per chi ne possedeva le caratteristiche, per cui coloro che avevano scelto di rimanervi negli anni successivi all’introduzione del regime forfettario non erano soggetti al vincolo di permanenza che normalmente ricorre in caso di opzione per un regime di imposta diverso da quello naturale.

Nella fattispecie oggetto di interpello, quindi, è stato ammesso il transito al regime forfettario dal 2018 rispetto ad un soggetto che aveva iniziato l’attività nel 2014 in regime di vantaggio, continuativamente applicato fino al 2017. Inoltre, è possibile applicare la tassazione ridotta al 5% ancora per il 2018, ultimo anno residuo al compimento del quinquennio agevolato dall’inizio dell’attività.

Per i soggetti che hanno aderito al regime di vantaggio nel 2015, il passaggio al regime forfettario è possibile solo dopo il decorso del triennio di durata fissato dal DPR 442/97 (anni 2015, 2016 e 2017).

Sul punto, la ris. Agenzia delle Entrate 23.07.2015 n.67 aveva precisato che, limitatamente al 2015, il regime di vantaggio aveva cessato di essere un regime naturale per i soggetti che ne possedevano i requisiti, divenendo un regime facoltativo opzionale, espressione di una specifica scelta del contribuente.

Ultimi articoli

EMERGENZA CORONAVIRUS MISURE PRECAUZIONALI

06 Marzo 2020|0 Commenti

A causa dell’emergenza sanitaria derivante dalla diffusione, anche nel nostro Paese, del COVID-19 e in osservanza delle disposizioni recentemente adottate dal Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Salute si comunica che: -lo STUDIO BERTACCHI [...]